Concessioni autostrade, impedita una discriminazione a danno del Piemonte

La Camera dei Deputati ha fatto proprio un Ordine del Giorno da me presentato al fine di impedire una grave discriminazione a danno del Piemonte e delle concessionarie autostradali che operano sul suo territorio. Società che vedono la forte presenza degli enti locali nell’azionariato.

A conclusione delle votazioni sul decreto, che  approvando per legge le convenzioni consentirà a talune società autostradali, in primo luogo alla Società Autostrade (Benetton),  di superare il conflitto con la U.E. e di realizzare le infrastrutture nel rispetto delle regole comunitarie, ho presentato un articolato OdG al fine di superare  il gravissimo limite  discriminatorio verso quei soggetti, tra cui alcune concessionarie piemontesi che a causa delle lungaggini dell’Anas e dei vari livelli burocratici interessati, non sono stati ancora poste nelle condizioni di potere sottoscrivere le nuove convenzioni e, conseguentemente, realizzare opere attese da anni.

Si tratterà ora di sviluppare, per la qual cosa mi impegno sin d’ora,una adeguata azione politica al fine di ottenere che il contenuto dell’OdG sia accolto nei prossimi provvedimenti del governo.

Qui il testo dell’OdG