la parola ai democratici

Venerdì sera la direzione regionale del pd piemontese ha approvato un ordine del giorno, presentato da Stefano Esposito, che chiede alla direzione nazionale del 19 dicembre di avviare, sul tema della collocazione europea del partito, una consultazione degli iscritti e degli elettori. Non un referendum su PSE sì PSe no, ma un vero coinvoolgimento di tutto il partito su un tema che non può essere oggetto di trattative ristrette fra ex ds ed ex margherita.

E’ un passo avanti ed è importante che sia stato condiviso da tutta la direzione del pd piemontese. La discussione sulla collocazione in europa non necessariamente deve essere motivo di divisione, anzi essa può unirci, a patto che:

sia il pd, i suoi elettori, la sua assemblea costituente, a costruire una scelta, non pochi dirigenti in rapresentanza di preecedenti apparteneze.

si discuta su opzioni ragionevoli, credibili e praticabili, rifiutando le radicalizzazioni e quelle posizioni che sembrano più pretesti per rompere, anzichè proposte da condividere.