Nel PD la sintesi è possibile

“Da quando il Partito Democratico è nato, e ancor di più dopo la sconfitta elettorale, ogni giorno e ogni occasione paiono buone per cercare di dimostrare che le diverse culture e le differenti anime che hanno partecipato alla genesi al PD non possono convivere. 

Molto spesso siano proprio noi dirigenti a scatenare polemiche su questo o quel tema, per contrapporci alle opinioni di qualche compagno di partito che la pensa in modo diverso. 

Sinceramente credo che questo modo di agire sarà ancora praticato nei prossimi mesi, ma oggi, leggendo su un quotidiano l’intervista a Mimmo Lucà relativa al caso di Eluana Englaro, non ho potuto che prendere atto, con piacere, che esiste, pur nelle differenze, la possibilità, di trovare una sintesi rispettosa sia dei laici sia dei cattolici, se l’obiettivo è quello di costruire un PD forte ed autorevole. 

Le parole di Mimmo Lucà lo dimostrano e spero che in molti, nel mio partito, le leggano e riflettano, soprattutto se hanno a cuore il futuro di questo partito e non solo la propria visibilità momentanea”.