A rischio i corsi di Intesa Sanpaolo nel Canavese

Diego Longhin – Repubblica 

Settantadue giornate di corso per 24 sedute tra il 2009 e il 2010. Un corso riservato ad una parte dei dipendenti di Intesa-Sanpaolo. L´istituto di credito è a caccia del sito ideale per tenere questa trance di formazione dedicata agli addetti, ma il rischio è che il corso si tenga fuori dal Torinese.

Il gruppo infatti ha individuato in Piemonte il sito di Telecittà Studios, dove si realizzano le più note telenovele in onda su Rai e Mediaset e dove sono a disposizioni teatri trasformabili in aule ed un hotel, il Santa Fe. Ma il polo di San Giusto Canavese creato dall´imprenditore Leandro Burgay non è l´unico su cui ha messo gli occhi l´istituto di credito. «In lizza c´è anche un complesso a Roma e uno nel milanese – spiega l´onorevole Stefano Esposito del Pd – e non vorrei che alla fine, a parità di servizio e di condizioni, la banca decida di privilegiare la Lombardia e il Lazio. Sarebbe un brutto segno per Torino e soprattutto per le ricadute economiche rispetto al complesso di San Giusto».

Per l´esponente del Pd questa sarebbe l´occasione buona per la banca guidata da Profumo di dare un segnale a Torino, che rappresenta una delle principali gambe dell´istituto. «Credo che la decisione su questi corsi sia imminente – aggiunge Esposito – forse Intesa-Sanpaolo potrebbe seguire l´esempio di Unicredit che ha scelto il Piemonte come sede della sua scuola di formazione. Ed invito tutti, ad iniziare dagli enti locali per arrivare ai parlamentari, ad appellarsi all´istituto per centrare l´obiettivo. Il Canavese è un´area depressa e questi corsi rappresentano un´occasione di lavoro per decine di persone».