IL GOVERNO HA CANCELLATO IL FINANZIAMENTO AL PROLUNGAMENTO DELLA LINEA METROPOLITANA 1

Quest’oggi durante l’audizione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli da parte delle Commissioni VIII e IX della Camera dei Deputati, relativamente alla Delibera CIPE del 6 marzo, che contempla tutti gli interventi e le opere finanziate dallo Stato, i deputati del PD Stefano ESPOSITO e Mario LOVELLI verificavano alla voce “reti di trasporto e sistemi metropolitani” l’assenza del finanziamento per il prolungamento della Linea metropolitana 1 da Lingotto a piazza Bengasi e da Collegno a Rivoli

L’On. Stefano ESPOSITO ha richiesto un esplicito chiarimento sul punto al Ministro Matteoli, il quale ha confermato che per l’anno 2009 non sono previsti finanziamenti per queste due opere. 

        “La scelta del Governo è di inaudita gravità – hanno commentato i Deputati Stefano ESPOSITO e Mario LOVELLI – e di ciò sono responsabili gli esponenti del centro-destra piemontese, a cominciare da Enzo Ghigo ed Agostino Ghiglia che, quando nei mesi scorsi avevamo denunciato il rischio che Torino potesse venire penalizzata dal Governo, ci accusavano di inventarci cose inesistenti. Quel rischio si è fatto realtà: il Governo non dà soldi a Torino per infrastrutture fondamentali per l’area metropolitana. Oggi finalmente è chiaro da dove arrivano le bugie e le falsità: dal centro-destra di Ghigo e di Ghiglia. I parlamentari piemontesi del PD si opporranno con tutti gli strumenti possibili a questa aggressione nei confronti di Torino e del Piemonte”. 

L’On. Stefano ESPOSITO ha annunciato che chiederà al Presidente Antonio Saitta e al Sindaco Sergio Chiamparino di assumere un’iniziativa forte nei confronti del Governo da concordare con i parlamentari del PD. 

 

On. Stefano ESPOSITO 

On. Mario LOVELLI 

Deputati PD Piemonte

Un pensiero riguardo “IL GOVERNO HA CANCELLATO IL FINANZIAMENTO AL PROLUNGAMENTO DELLA LINEA METROPOLITANA 1

  • 26 marzo 2009 in 18:07
    Permalink

    Caro Stefano,
    il progetto che soggiace al provvedimento che denunci, è oramai ben chiaro ed anche fin troppo squallido.
    Quindi secondo me bisogna lanciare un’iniziativa forte e parallela a quella politica.

    Lanciamo una campagna di protesta:

    dato che hanno pagato i debiti di Catania;
    dato che hanno foraggiato Roma (per una sicurezza che non avverte nessun romano!);
    visto che soldi per la Metro di Torino non ce ne sono più;

    adesso BLOCCHIAMO la Metropolitana di Roma, per tre giorni e vediamo se viene anche l’amico COTA (chiaramente invitato!!!)
    Se non si può bloccarla (forse risulta complicato), almeno presidiarla o bloccare gli accessi vicino a Motecitorio o al Ministero del Ministro Mattioli.

    Ciao

I commenti sono chiusi