ATTIVITA’ DI DOCENZA UNIVERSITARIA

I Deputati piemontesi del Partito Democratico Marco CALGARO, Stefano ESPOSITO e Giorgio MERLO hanno presentato un’Interrogazione al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, relativamente alle indiscrezioni apparse su alcuni organi di informazione secondo le quali Giuliano Soria, Presidente del Premio Grinzane Cavour, “avrebbe in anni passati insegnato all’Università di Trieste come professore straordinario, percependo retribuzioni anche in assenza di allievi e utilizzando lunghi congedi retribuiti”. Inoltre, sempre secondo indiscrezioni, Giuliano Soria risulterebbe attualmente docente all’Università Roma Tre, in qualità di ordinario, nonostante alcuni  evidenzino la sua assenza da molti anni nello svolgimento delle attività didattiche”. 

Nell’Interrogazione si chiede di sapere: 

se siano effettivamente vere tali informazioni giornalistiche; 

se il titolo di studio del Soria sia coerente con l’insegnamento che sarebbe stato ricoperto; 

con quali procedure selettive e concorsuali egli abbia ottenuto tali incarichi; 

per quanti anni abbia ricoperto tali incarichi e quanti corsi, con effettiva e continuativa presenza, abbia effettivamente tenuto; 

quale sia il compenso omnicomprensivo percepito in tutti questi anni; 

quale sia l’opinione complessiva del Ministro in proposito. 

 

 

On. Marco CALGARO 

On. Stefano ESPOSITO 

On. Giorgio MERLO 

Un pensiero riguardo “ATTIVITA’ DI DOCENZA UNIVERSITARIA

  • 26 aprile 2009 in 22:20
    Permalink

    Onorevoli, non è necessario e forse neanche opportuno, interrogare il ministro su presunti incarichi accademici a Giuliano Soria.
    Basta verificare con un paio di clic nel sito del ministero (http://cercauniversita.cineca.it/php5/docenti/cerca.php), che Giuliano Soria è prof. ordinario di Letteratura Spagnola presso il Dip. di letteratura Comparata dell’Università Roma Tre. Quindi potreste anche consultare titoli e curriculum nel suo sito (http://host.uniroma3.it/docenti/soria/).

    Reperite le informazione, è lecito chiedersi e chiedere al preside/direttore di Dip./rettore di Roma 3, se il nostro fosse a tempo pieno o parziale ecc….. .
    Il ministro invece c’entra poco o nulla. Fortunatamente da almeno 20 anni (ma forse dalla caduta del fascismo!), i ministri non hanno alcuna voce sul reclutamento e l’operato dei docenti!

    Temo invece che i tre onorevoli sappiano poco di università, e questo, in quanto docente univ. e iscritto al PD, mi dispiace.
    Il sistema universitario piemontese avrebbe bisogno di deputati più informati e attenti alle questioni legate all’università e ancor più alla ricerca.

    Andrea Graziani

I commenti sono chiusi