Patto contro il partito della betoniera

SARA STRIPPOLI – Repubblica

Un patto trasversale per combattere il “partito della betoniera” a Moncalieri. Parte dall´assemblea del Partito democratico, ma coinvolge subito anche il coordinatore del Pdl Enzo Ghigo, la proposta di un patto fra Pd e Pdl perché non si chiudano alleanze, né al primo né al secondo turno, con chiunque dimostri di cambiare casacca e schieramento per coltivare i propri interessi. La proposta è dell´onorevole Stefano Esposito, il quale riapre il tema del futuro governo della città dopo il commissariamento, parlando esplicitamente di «infiltrazioni mafiose a Moncalieri e accusando la Lega di essere il partito al momento più attivo nello stringere alleanze con personaggi che nel suo intervento il commissario del Pd di Moncalieri Mauro Marino definisce senza remore «mercenari della politica». Nomi nella riunione alla Gam non se ne fanno, ma è evidente che il riferimento è a Francesco Fiumara, ex-presidente del Consiglio comunale di Moncalieri che ha lasciato il centrosinistra corteggiato dalla Lega.

L´invito di Esposito è raccolto dal segretario Gianfranco Morgando, che alla questione di Moncalieri dedica una parte del suo intervento conclusivo: «Sono convinto dell´utilità di questo patto etico e ne ho parlato con Enzo Ghigo nell´incontro che ho avuto con lui nei giorni successivi alla mia riconferma nel ruolo di segretario. Sono convinto dell´importanza di sottoscrivere un accordo di questo genere, considerata la disinvoltura di cercare nuove collocazioni finalizzate esclusivamente alla gestione del potere in quel territorio». Enzo Ghigo conferma la sua disponibilità: «Sono assolutamente favorevole, ne ho parlato con Morgando ma dovrò sentire anche con gli altri rappresentanti della mia coalizione. Credo tuttavia che se si vuole garantire la governabilità di quel Comune il patto possa rappresentare un passo importante».

Della situazione di Moncalieri ha parlato venerdì sera anche il presidente della commissione Antimafia Giuseppe Lumia, intervenuto in un incontro a Settimo. Lumia ha dato la sua disponibilità ad andare a Moncalieri per approfondire la situazione, mentre il sindaco di Settimo Aldo Corgiat lancia l´allarme su quanto sta avvenendo anche in altri Comuni della provincia di Torino, la stessa Settimo, Rivoli: «Bisogna mantenere alta l´attenzione», dice Corgiat.

A Moncalieri, il commissario Mauro Marino sta chiudendo gli incontri per la discussione del futuro assetto del partito, la prossima settimana si aprirà il dibattito sui nomi dei candidati del Pd per la carica di prossimo sindaco di Moncalieri. Fra i democratici presenti alla Gam anche l´ex-sindaco Angelo Ferrero. La discussione di oggi all´interno del partito non ci sarebbe stata, lascia intuire «se lui e la sua giunta non avessero rotto il silenzio con la denuncia esplicita sull´impossibilità di governare a Moncalieri».