CASO EUTELIA. IL PD PROPONE UN FONDO DI GARANZIA.

“La presentazione di un emendamento a firma del Segretario nazionale Pierluigi Bersani, per istituire un Fondo di garanzia, dimostra l’attenzione politica che il PD ha nei confronti dell’Eutelia. Una vicenda che possiamo definire come delinquenziale, dove delle imprese sono sparite e sono stati venduti libri contabili e persone. Il PD, inoltre, chiederà al Governo di varare quelle deroghe che si costruiscono per le situazioni di emergenza e di assicurare il mantenimento delle commesse pubbliche”: così ha dichiarato l’On. Francesco BOCCIA, Portavoce Gruppo Parlamentare PD per le questioni economiche, durante la conferenza stampa promossa questa mattina presso la sede torinese dell’Eutelia dalla Delegazione piemontese dei Parlamentari del PD per illustrare l’emendamento (primo firmatario il Segretario Nazionale Pierluigi Bersani) che sarà presentato al Decreto Mille-proroghe.

“Dopo l’incatenamento nella sede torinese della Rai, il PD prosegue il suo impegno a fianco dei lavoratori dell’Eutelia per ottenere dal Governo il mantenimento degli impegni assunti a garanzia della continuità occupazionale e produttiva dell’azienda. La Rai ha disdetto il contratto e tra pochi giorni scade quello con la Camera dei Deputati: che fine ha fatto l’impegno preso dal Sottosegretario Gianni Letta per garantire il mantenimento delle commesse ed evitare di svuotare l’azienda?”, ha affermato l’On. Stefano ESPOSITO, presente alla conferenza stampa insieme ai colleghi Antonio BOCCUZZI, Mario LOVELLI, Mimmo LUCA’, Giorgio MERLO, Magda NEGRI, Anna ROSSOMANDO, al Segretario regionale Gianfranco MORGANDO ed al Segretario Gioacchino CUNTRO’. Nel pomeriggio il Vice Presidente della Commissione Lavoro, l’On. Luigi BOBBA, ha organizzato un’analoga iniziativa presso la tenda che ospita il presidio dei lavoratori Phonemedia a Trino (Vercelli).

Per Stefano FASSINA (Segreteria Nazionale PD, Responsabile Nazionale Economia e Lavoro PD), “quella dell’Eutelia è una vicenda che non ha nulla a che vedere con la crisi che attraversa il Paese. E’ un’azienda solida, capace di stare sul mercato, eppure, a causa di avventurismo e malaffare, i lavoratori non ricevono stipendio da molti mesi e le aziende del gruppo stanno perdendo le commesse.

Non ci sono ancora le condizioni giuridiche per poter attivare strumenti come la cassa integrazione o l’anticipo del tfr. C’è un vuoto normativo che non consente di intervenire a sostegno dei lavoratori e l’emendamento Bersani va in questa direzione costituendo un fondo di garanzia presso il Ministero del lavoro per anticipare i crediti maturati dai lavoratori in caso di insolvenza dell’impresa nel pagamento delle retribuzioni. Potranno accedervi coloro che non percepiscono stipendi da almeno 4 mesi e che non godono di alcun beneficio. Il Fondo ha carattere rotativo, in quanto l’amministrazione si sostituisce al lavoratore nel rapporto di credito con l’impresa”.

“Per il PD la vicenda Eutelia è emblematica di una crisi della capacità industriale nel nostro Paese in settori che nel passato erano cruciali – ha concluso il Segretario regionale Gianfranco MORGANDO – ed il fatto che il Segretario nazionale presenti un emendamento che riguarda un caso specifico deve invitarci a riflettere sulle responsabilità della degenerazione del sistema produttivo italiano e sulla necessità di invertire la tendenza. Occorre anche introdurre modifiche normative che consentano, a fronte di operazioni di pura speculazione, interventi straordinari per tutelare i lavoratori ed evitare la dissoluzione del patrimonio produttivo e tecnologico”.