Plano: “Oggi mi presento all´Osservatorio”

Non ci sarà Angelo Tartaglia, mentre Andrea De Bernardi prende tempo: «Non ho ancora deciso se partecipare alla riunione dell´Osservatorio Tav di questa mattina e comunque vorrei ricordare che il mio mandato è finito». Dichiarazioni che preannunciano ulteriori contraddizioni nelle trattative per la rappresentanza dei Comuni all´interno della struttura guidata da Mario Virano, con una partenza zoppicante proprio nella fase delicata dell´inizio dei sondaggi. Ma se i tecnici sono perplessi dopo la riconferma del loro incarico da parte di Provincia e Regione, il neo presidente della Comunità montana Sandro Plano è invece determinato a presentarsi alla riunione di questa mattina a dispetto dell´alt imposto da Bresso e Saitta: «Ho il mandato della maggioranza dei miei». Il suo messaggio per Virano e gli altri del tavolo tecnico si articola in due punti: «L´Osservatorio, nel ruolo politico e non tecnico assunto ormai da tempo, non ci soddisfa – è quello che dirà al tavolo della prefettura – e la presenza dei nostri rappresentanti la scegliamo noi come sarebbe normale in qualsiasi tipo di trattativa». La linea dura, quella di impedire a Plano di partecipare all´incontro, sembra improbabile: molti pensano però che l´ex-sindaco di Susa non abbia diritto ad essere presente ai lavori, visto che la rappresentanza spetterebbe alla conferenza dei sindaci e non alla Comunità montana. Plano intanto prende le distanze dalle azioni dei comitati No Tav: «Non so nulla di quanto si sta organizzando in in previsione dei sondaggi», dice. Ma da giorni cartelloni e bandiere No Tav accerchiano le zone dove sono previsti i primi carotaggi .

Un monito al Pd perché scelga di prendere una posizione arriva dalle fila dei Democratici e dall´opposizione. «Sulla Tav il Pd decida. Non si possono ridicolizzare le decisioni assunte con il segretario Bersani», dice Giorgio Merlo, che appoggia la tesi di Stefano Esposito. Barbara Bonino e Agostino Ghiglia del Pdl chiedono coerenza: «Il Pd ritiri i suoi sindaci dalla comunità montana e li espella».