Tav, ora nel Pd si faccia chiarezza definitiva. Saggia la scelta di Morgando.

“La scelta del segretario regionale del Pd piemontese di investire la commissione di garanzia del partito in merito al comportamento politico di alcuni amministratori locale del Pd della Val Susa è coraggiosa ed indispensabile, pur nel rispetto della autonomia decisionale della suddetta commissione.

Al riguardo, auspichiamo l’adozione di provvedimenti inerenti la gravità della situazione. Lo stesso esito della riunione di stamane dell’Osservatorio guidato da Virano denota un atteggiamento politico irresponsabile di alcuni amministratori locali della Val Susa che non può non essere affrontato sotto il profilo politico e disciplinare”.