E intanto nel Pd scontro su capogruppo e SanPaolo

SARA STRIPPOLI – Repubblica
Cosa fa il Pd mentre il centrodestra celebra la sua giunta? Si macera senza trovare il nome del capogruppo regionale (tutto rimandato a lunedì), reagisce un po´ tramortito sulla vicenda Salza-Siniscalco e fa arrabbiare Mercedes Bresso che, dopo un´ora di interventi nella seduta parte seconda della direzione regionale, esce stizzita: «Criticano e sostengono che non ci sono state iniziative, ma l´unica cosa vera che ho sentito questa sera è che la campagna elettorale l´hanno fatta soltanto i candidati per se stessi. Il partito ha fatto ben poco». Una fortuna che la presidente uscente non sia in sala quando parla Davide Gariglio. Il presidente del Consiglio regionale in carica fino al 2 maggio analizza le ragioni della sconfitta e trova l´occasione di ricordare che in Regione alcuni Democratici hanno stappato bottiglie di champagne alla notizia della sconfitta. Con tutte queste premesse non si può certo presagire che Gianfranco Morgando avrà vita facile nei prossimi mesi. Il segretario regionale schiva il clima di amarezza e preferisce annunciare battaglia: «Metteremo in evidenza le contraddizioni del centrodestra: appare chiaro che la Lega fa la parte del leone e il Pdl ne esce umiliato». Se a questo si sommano le ultime tensioni emerse in queste ore a livello nazionale, «abbiamo ottime ragioni per nutrire più di un dubbio sulla compattezza della nuova maggioranza regionale».
Psicoterapia della sconfitta a parte, sulla vicenda della Compagnia di San Paolo l´umore è piuttosto nero. Molto duro l´intervento di Stefano Esposito che accusa il partito di essere rimasto in silenzio e commenta sarcastico la definizione di civil servant attribuita a Siniscalco e il ruolo giocato da Angelo Benessia. «La lealtà di Benessia è al di sopra di ogni sospetto», si associa l´assessore comunale Alessandro Altamura che ieri in giunta, assente il sindaco Chiamparino, ha scambiato battute al vetriolo con l´assessore al Bilancio Gianguido Passoni. Il capogruppo del Pd Andrea Giorgis chiede di chiarire il ruolo delle Fondazioni, Maurizio Basile vuole che Benessia sia convocato a Palazzo Civico per rispondere ad alcune domande. Anche Davide Gariglio chiede una riflessione sul voto difforme dei componenti del centrosinistra all´interno della Compagnia e rivolge una domanda: «Ma quali garanzie ci sono per Torino con Siniscalco?».