DDL CIG: BOCCIA (PD), GOVERNO IMMOBILE, DA NOI PROPOSTE CONCRETE

“Mentre la maggioranza si spacca e il Governo è immobile di fronte alla crisi, il Pd propone vie d’uscita per quel pezzo consistente della nostra società che subisce i drammatici effetti della crisi: nelle nostre proposte c’è solo la volontà di sostenere i più deboli attraverso piccoli sforzi da parte di chi ha di più. Siamo pronti da subito a ritornare in commissione per un confronto parlamentare che porti ad approvare misure concrete”.

Lo ha affermato in Aula Francesco Boccia, coordinatore delle commissione Economiche del gruppo del Pd, durante la discussione del Ddl sugli ammortizzatori sociali.

“Non sono rinviabili misure di sostegno ai redditi e di tutela per chi non arriva alla fine del mese: il Governo dice che non ci sono risorse? Non è così”, ha aggiunto Boccia, spiegando il contenuto del principale emendamento del Partito Democratico.

“Noi diciamo che è possibile trovare le risorse per allungare la Cassa Integrazione da 12 a 24 mesi attraverso un modesto contributo di solidarietà per la parte dei redditi eccedente i 200mila euro. Si tratta di una misura possibile e urgente, il Governo non si giri dall’altra parte. Inoltre, non è rinviabile un confronto parlamentare su un provvedimento che riguardi le tasse per gli speculatori: così saremmo un Paese più giusto, che tutela risparmio, bot e cct come avviene nel resto dell’Europa ma sostenendo davvero chi è in difficoltà. Anche su questa proposta la destra non stia in silenzio: apra subito un confronto per approvare una legge al più presto”.