Slittino. Mondiali 2011 a rischio? Cota: “Tutto verrà rispettato”

(SZNews) 08 giugno

Il polverone si è alzato nel giro di poche ore. Perché Cesana i Mondiali di slittino non vuole perderli. Appena si è diffusa la notizia della possibile rinuncia da parte della Fisi all’organizzazione della rassegna iridata 2011, il vicecoordinatore piemontese del Pdl, l’onorevole Agostino Ghiglia ha annunciato che, sulla questione, sarebbe stata avviata un’interrogazione urgente alla Camera. “E’ incredibile che un impianto che solo pochi anni fa ha ospitato le Olimpiadi invernali sia oggi inadeguato ad ospitare un’altra importante competizione. – ha detto Ghiglia – Vogliamo sapere di chi sono le responsabilità. Bisogna creare le condizioni di sicurezza affinchè l’impianto di Cesana sia adatto alla competizione e la Fisi acconsenta allo svolgimento dell’evento sportivo nel nostro territorio”. E il botta e risposta, tra politici non si è fatto attendere. “E’ colpa dell’indifferenza del Governo e delle ‘amnesie’ del governatore del Piemonte”, ha detto il deputato torinese del Pd, Stefano Esposito, invitando i sindaci della Valsusa a mobilitarsi. ”Lo scorso 24 febbraio – ha ricordato Esposito – la Camera ha approvato un Ordine del giorno bipartisan, firmato da me e dall’onorevole Cota, che impegnava il Governo a prorogare l’esistenza dell’Agenzia fino al dicembre 2014 e a destinare 10 milioni di euro al funzionamento degli impianti olimpici di montagna e per la promozione turistica della Valle di Susa. Ma nulla è stato fatto”. Per ultima si è fatta sentire anche la Lega Nord con Mario Carossa e Antonello Angeleri, annunciando l’intenzione di presentare un’interpellanza sulla vicenda al Comune di Torino. ”E’ davvero scandaloso – hanno affermato i due esponenti del Carroccio – che dopo tutti i fondi investiti da questa amministrazione negli impianti olimpici”. La replica di Roberto Cota, chiamato direttamente in causa, è arrivata in serata. ”Quell’ordine del giorno verrà rispettato e il mio compito sarà proprio quello di farlo rispettare“, ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte.

Protagonista di un imprevisto e, per il momento, inconcludente tira e molla, dunque, la pista di Cesana adesso aspetta. Sono passati appena quattro anni dalle Olimpiadi invernali di Torino 2006, e soltanto qualche mese da quando Armin Zoeggeler ha conquistato la sua nona Coppa del Mondo. La veloce corsa di Cesana, adesso, però, potrebbe essere bruscamente interrota da “problemi tecnici e gestionali”.