Eutelia/ Pd: Governo rinnova accusa istigazione a deputati

Roma, 17 giu. (Apcom) – “Rispondendo alla nostra interpellanza, il sottosegretario Davico ha oggi confermato un’accusa gravissima nei confronti di un gruppo di deputati Democratici, tra cui Antonio Boccuzzi ed i sottoscritti, cioè quella di aver istigato il blocco stradale durante la manifestazione di protesta dell’11 marzo scorso dei lavoratori di Eutelia, società divenuta uno dei più conosciuti esempi di crisi industriale”. Lo rendono noto i deputati del Pd Stefano Esposito e Ludovico Vico, firmatari dell’interpellanza discussa oggi alla Camera, insieme, tra gli altri, a Francesco Boccia, Alessandro Maran e Andrea Orlando.

I due deputati del Pd sottolineano che “La vicenda è molto grave perché dimostra l’irresponsabilità del Governo che ha voluto criminalizzare una legittima manifestazione, esasperata da comportamenti secondo noi poco ragionevoli della controparte aziendale, nella quale i lavoratori di Eutelia hanno portato in piazza la loro disperazione, esibendo striscioni insieme alle loro famiglie, per richiamare l’attenzione di tutte le istituzioni e dell’opinione pubblica. Non siamo certo preoccupati per noi ma per la sorte dei lavoratori di Eutelia, che proprio oggi sono tornati ad esprimere in piazza Montecitorio la loro esasperazione, ed in particolare per un gruppo di manifestanti, circa venti, che quell’11 marzo sono stati identificati attraverso l’utilizzo di telecamere, denunciati e condannati al pagamento di una sanzione pecuniaria”.

“Non si comprendono – concludono i deputati Pd- i criteri con cui questo gruppo di persone sia stato identificato, né oggi il sottosegretario Davico lo ha spiegato: resta l’amarezza e l’indignazione per una gestione a dir poco assurda della vicenda e la nostra ferma solidarietà nei confronti dei lavoratori: il Pd è dalla loro parte, chiediamo l’annullamento delle sanzioni e non ci fermeremo finchè il ministero dell’Interno non avrà riconosciuto la fondatezza della nostra istanza”.