TECNIMONT: “COSA C’E’ DIETRO IL TRASLOCO A MILANO? RISTRUTTURAZIONE O DRASTICA RIDUZIONE DELL’OCCUPAZIONE”.

I Parlamentari del PD del Piemonte On. Giorgio MERLO ed On. Stefano ESPOSITO hanno presentato quest’oggi un’Interrogazione urgente al Ministro del Lavoro relativamente alla vicenda della chiusura della sede torinese della Tecnimont.
Spiegano i due Deputati: “Vogliamo sapere se ci troviamo di fronte ad una ristrutturazione della Tecnimont, peraltro pesante per i quasi 500 lavoratori, oppure se dietro l’angolo si profila lo spettro della drastica riduzione della stessa occupazione. Una preoccupazione destinata a crescere se si pensa che con questa operazione decisa dal gruppo, un’altra fetta di occupazione lascia Torino per Milano. Una scelta che non può non investire il Ministero del lavoro e, di conseguenza, tutte le istituzioni locali”.
Aggiungono l’On. Giorgio MERLO e l’On. Stefano ESPOSITO: “Stiamo parlando di un’azienda che è il frutto della fusione tra le società di engineering di Edison e Fiat e che attualmente gode di una apparente buona salute e dove, al momento, non sono previste riduzioni di organico. Sono a tutt’oggi pressoché ignote le motivazioni del trasferimento – che creeranno ingenti problemi per gli stessi lavoratori –  se non dettate da ragioni di ‘inefficienze operative’ da parte dei vertici aziendali. Sul netto ridimensionamento di Torino da parte dell’azienda – dopo una smentita iniziale – arriva la certezza con un incontro svoltosi all’Unione Industriale tra l’impresa e i sindacati”.
Pertanto “diventa decisivo sapere se il Ministero intende avviare un’iniziativa presso i vertici aziendali per conoscere se realmente c’è la volontà da parte del gruppo di procedere ad un drastico ridimensionamento dell’occupazione – seppur attraverso il trasferimento dei lavoratori – o se ci troviamo di fronte ad una ristrutturazione, peraltro dettata da motivazioni alquanto fumose e poco comprensibili”.