Tagli alla TAV? Colpa delle indecisioni italiane…

(ANSA) – TORINO, 27 OTT – Il taglio di oltre 9 milioni di euro per la Torino-Lione, ufficializzato oggi dalla Commissione Europea, ”e’ un pessimo segnale di fronte al quale il governo deve dare subito risposte precise. Sarebbe una follia che per i ritardi nell’avvio dei lavori si perdano i 671 milioni di finanziamenti previsti dalla Ue”. Lo affermano i deputati del Pd Stefano Esposito e Giorgio Merlo. ”Non possiamo perdere – continuano Esposito e Merlo – un’opera fondamentale per entrare in Europa, si tratta di uno snodo commerciale importantissimo, che non possiamo perdere per ritardi e per mancanza di visione strategica”.

L’europarlamentare del Pd Gianluca Susta da’ la colpa del taglio europeo alle ”indecisioni italiane. Occorre al piu’ presto completare il progetto preliminare, dare il via ai lavori e definire le questioni che sono ancora oggetto di discussione, sapendo che rimpallarsi le responsabilita’ tra Governo centrale e amministrazioni locali e regionali e’ uno sport che a Bruxelles non paga. Occorre, quindi- conclude Susta – , che l’Osservatorio concluda al piu’ presto il suo lavoro e che finalmente si possa cantierare un’opera che unisce l’Europa da ovest a est (Lisbona-Kiev)”.