INCOMPRENSIBILE IL RITARDO DEL GOVERNO NELLA CONVOCAZIONE DEL TAVOLO ISTITUZIONALE

I parlamentari del Partito Democratico On. Giorgio MERLO ed On. Stefano ESPOSITO hanno presentato un’Interrogazione urgente al Presidente del Consiglio e al Ministro dei Trasporti relativamente al ritardo nella convocazione del tavolo istituzionale sulla nuova linea ferroviaria Torino-Lione:
“Dopo l’approvazione alla Camera di alcune mozioni parlamentari sulla realizzazione della Torino-Lione, diventa sempre più urgente sapere che le varie scadenze saranno rispettate. Il recente taglio dei finanziamenti deciso dall’Europa è un campanello d’allarme che non si può sottovalutare.
Senza un impegno preciso e puntuale degli organismi preposti, a cominciare soprattutto dal Governo italiano, si corre il serio rischio di vanificare un’opera che resta decisiva ed essenziale non solo per il futuro economico e produttivo del Piemonte e del Nord, ma di tutto il nostro Paese.
Il rispetto del cronoprogramma stabilito dall’Osservatorio guidato da Mario Virano, pertanto, non può subire tentennamenti o ripensamenti di sorta, pena prolungare i tempi che possono compromettere definitivamente gli stanziamenti già decisi.
Alla luce di queste considerazioni è semplicemente incomprensibile l’atteggiamento del Governo che non ha ancora convocato il cosiddetto ‘tavolo istituzionale’ composto dagli enti locali piemontesi e dai sindaci che hanno aderito all’Osservatorio per ottemperare ai compiti previsti dal cronoprogramma.
Ci chiediamo se dietro questi ritardi non si nasconda la volontà di non procedere alla realizzazione della Torino-Lione e, di conseguenza, di bloccare un’arteria indispensabile per favorire e potenziare gli scambi commerciali con l’intera Europa”.