ORA LA REGIONE CONVOCHI I PARLAMENTARI. NO ALLE PRESE IN GIRO.

“Le risorse per i siti olimpici sono state tagliate anche se l’Agenzia Torino 2006 sopravvive sino al 2014. Così dice il decreto milleproroghe.

Ora l’Assessore regionale Cirio afferma che i 10 milioni tagliati saranno ripristinati da un ipotetico e prossimo decreto del Governo. Per evitare promesse da marinaio, e con giustificazioni poco credibili sul mancato stanziamento peraltro già promesso, invitiamo l’Assessore Cirio a farsi promotore di una rapida convocazione dei parlamentari piemontesi per affrontare di petto la questione.

Diamo sin d’ora la nostra disponibilità alla collaborazione politica e istituzionale. Ma la presa in giro non è accettabile. Soprattutto nei confronti dei siti olimpici della Provincia di Torino che rischiano, dopo questa incredibile decisione del Governo, di vedere compromessa la stessa possibilità di continuare una sia pur minima attività”.