La Uil non firma l´accordo dipendenti Publirec a rischio

DIEGO LONGHIN – Repubblica

Niente squadre volanti per tenere la città pulita durante gli eventi di Italia 150. Tra Amiat e sindacati non si è ancora trovato l´accordo per assumere i dodici addetti della cooperativa Publirec, tutti a casa in cassa integrazione dopo l´incendio che distrusse l´impianto nell´aprile del 2009. La questione è stata sollevata dall´onorevole Stefano Esposito (Pd) che si chiede «perché l´azienda, anche se ci sono contrasti all´interno delle sigle sindacali, non proceda comunque all´assunzione degli addetti che fra poche settimane rischiano di non ricevere nemmeno più l´assegno della cassa».

In particolare è la Uil Trasporti che non è disponibile a firmare l´intesa per procedere alle assunzioni a tempo determinato dei dodici dipendenti Publirec in Amiat. Cisl e Cgil sono d´accordo. Ma i vertici dell´ex municipalizzata di via Giordano Bruno, senza un accordo non possono procedere, o meglio, senza accordo saranno costretti ad andare a pescare dalle liste di mobilità senza poter dare precedenza a chi, pur a contratto con una cooperativa, già lavorava in un impianto Amiat. «Non posso fare altrimenti – sottolinea l´amministratore delegato, Maurizio Magnabosco – da parte nostra abbiamo le risorse e siamo pronti ad assumerli a tempo determinato, ma senza accordo sindacale abbiamo le mani legate, pur sapendo che si tratta di persone in difficoltà e che fra poco si ritroveranno senza cassa integrazione. Spero che chi non è d´accordo ci ripensi, altrimenti entro fine mese dovremo risolvere la questione in altro modo. Le squadre dobbiamo metterle in piedi».

Il segretario della Uil Trasporti, Pasquale Ruggiero, non è d´accordo con la visione di Magnabosco: «L´ordine di assumere è arrivato dal Comune, dal vicesindaco Tom Dealessandri, in passato hanno fatto le assunzioni e non ci hanno mai chiesto nulla, non hanno mai voluto un accordo. Ora il sospetto è che l´azienda voglia per forza l´intesa per avere un alibi per non procedere. Secondo noi il personale di Publirec non ha i requisiti, ma se Amiat vuole procedere lo faccia».