Mozione Rai

Il passaggio al digitale in Piemonte ha creato problemi gravi e disservizi giganteschi tra i cittadini che pagano regolarmente il canone;

malgrado le varie rassicurazioni degli organismi competenti – a cominciare dalla Rai e dal Ministro dello Sviluppo Economico – dopo il passaggio al digitale nel Piemonte orientale, oggi quasi metà Regione non riceve i canali Rai;

è una situazione semplicemente insostenibile che va sanata al più presto se non vogliamo ridurre ulteriormente la credibilità e la serietà del servizio pubblico radiotelevisivo;

tra i vari disservizi non possiamo non segnalare la difficoltà a ricevere il segnale del Tg regionale. E questa in una realtà dove l’informazione regionale registra un forte seguito di ascolti;

alla luce di questa pesante ed insostenibile situazione che si è venuta a creare con il passaggio al digitale, è indispensabile l’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico – attraverso i suoi organismi competenti – per risolvere definitivamente i problemi che generano sconcerto e preoccupazione in decine di migliaia di cittadini piemontesi che hanno pagato regolarmente il canone.

Roma, 9 marzo 2011

On. Giorgio Merlo
On. Stefano Esposito
On. Osvaldo Napoli
On. Stefano Allasia
On. Renato Cambursano
On. Teresio Delfino
On. Marco Calgaro
On. Roberto Rosso
On. Deodato Scanderebech
On. Enrico Pianetta
On. Gaetano Nastri