Da Pdl e Lega una tassa da 300 milioni di euro

La maggioranza non ha voluto fare marcia indietro e ha bocciato la nostra richiesta di accorpare in un unico giorno lo svolgimento delle elezioni amministrative e dei referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento. Si tratta di una scelta profondamente sbagliata che costerà alle casse dello Stato non meno di 300 milioni di euro. Una vera e propria tassa che Pdl e Lega fanno ricadere sui lavoratori e sulle famiglie che già vivono momenti di difficoltà a causa della crisi.

Testo mozione