LA CONFINDUSTRIA HA RAGIONE. MA ORA SI RISPETTINO GLI IMPEGNI

“Concordiamo con le preoccupazioni espresse dagli industriali piemontesi e dal suo Presidente Enoc. E la preoccupazione aumenta per la mancata approvazione della legge regionale sulle grandi opere.

L’ostruzionismo dei grillini e della Fds denuncia una pregiudiziale ideologica del tutto fuori luogo e radicalmente estranea a qualsiasi logica di governo e di ricaduta positiva per i territori.

E stupisce anche l’ambiguità del Pdl che rilancia i sospetti sulla reale volontà di realizzare in tempi rapidi la Torino-Lione.

Per noi la linea non cambia: sì all’apertura del cantiere del tunnel della Maddalena e, soprattutto, rispetto rigoroso degli impegni e delle scadenze temporali. A cominciare dalla convocazione del tavolo istituzionale”.