TRENITALIA FA QUELLO CHE ANNUNCIA E SOSPENDE IL SERVIZIO AFA. IL GOVERNO, INVECE, ANCORA UNA VOLTA, NON FA QUELLO CHE ANNUNCIA

“Dal 1 aprile Trenitalia ha iniziato la progressiva dismissione del servizio di Autostrada Ferroviaria Alpina. La responsabilità di questa grave scelta è interamente attribuibile al Governo e al Ministero dei Trasporti che non ha mai ritenuto di dare risposta alle comunicazioni di Trenitalia, la quale, constatando il fatto che ‘non risulta pervenuto alcun riscontro in merito’, ha coerentemente deciso per la cessazione del servizio.

Sull’Autostrada Ferroviaria Alpina Matteoli e il Governo si confermano bugiardi e imbroglioni: a parole dichiarano che tutto è sotto controllo, che ogni problema verrà risolto, poi nei fatti non succede nulla. L’8 marzo Trenitalia aveva avvisato il Governo: senza approvazione del budget necessario per garantire la continuità del servizio, l’AFA sarebbe stata dismessa. In quegli stessi giorni abbiamo presentato un’Interrogazione ricordando l’importanza di questo servizio che interessa l’Interporto di Orbassano e denunciando il rischio di sprecare ben otto anni di sovvenzioni.

Nulla è successo e dal Ministro Matteoli come dall’Assessore regionale Bonino sono state pronunciare solo parole rassicuranti a cui non è seguita alcuna decisione concreta. Lo stesso dicasi sulla Tav: nulla si sa dell’accordo con la Francia, del tavolo istituzionale, delle risorse per finanziare il piano strategico della Valle di Susa…Probabilmente questo Governo non ha intenzione di fare nulla per salvaguardare e realizzare le infrastrutture necessarie per il Piemonte.

Presenteremo una nuova Interrogazione chiedendo al Governo di venire a spiegare le ragioni della propria inerzia e per sapere se intende fare ancora qualcosa per salvare l’Autostrada Ferroviaria Alpina”.