Legge elettorale, i Radicali scorretti. Nessuna fronda nel Pd.

“Sulla legge elettorale nel Pd c’è una normale e legittima dialettica interna ma non c’è alcuna fronda contro la proposta del partito che si sta per definire nel confronto con altre forze politiche. E’, pertanto, del tutto artificiosa e scorretta la polemica innescata dai Radicali attorno ad una proposta avanzata mesi fa da alcuni parlamentari del Pd e tesa ad offrire un contributo politico per modificare l’attuale “porcellum” che proibisce agli elettori di scegliersi i propri eletti al Parlamento. Un contributo non è una fronda e manco una polemica. Almeno questo i Radicali, al di là della polemica ridicola e grottesca, dovrebbero saperlo”.