TAV: i veri costi dell’opera

Quanto costa l’Opera:
Complessivamente circa 10 miliardi di €, se si facesse tutto insieme, tratta internazionale e tratta nazionale,  compreso stazione internazionale di Susa e Nuovo Scalo Merci di Orbassano.
I numeri dati dai NO-TAV sono esagerati e totalmente privi di fondamento (17, 22 Miliardi di €).
Nella situazione attuale reperire insieme tutte le somme necessarie è molto difficile.

PERCHE’ le fasi funzionali:

Non avendo a disposizione tutta la somma si ragiona su un fasaggio funzionale che consente, nella logica del F.A.R.E. di ottenere i massimi vantaggi possibili con il minore investimento, evitando il più possibile false spese.
Si è pertanto discusso in sede di Osservatorio con LTF ed RFI  per definire i tratti fondamentali ed indifferibili non frazionabili ottimizzando i cantieri; ogni cantiere quando aperto deve chiudere nei tempi previsti (max 8 anni) con il ripristino dei luoghi, senza trascinarsi nella realizzazione di ulteriori “fasi” successive.

Quali sono le tratte più urgenti:

PRIMA FASE

  • Tratta Comune 1;  Il tunnel di Base fino ad arrivare, in Susa, alla linea storica  è necessario perchè risponde alla priorità di rendere la Nuova Linea una linea di Pianura ( 600 m. slm ), senza salire fino a Bardonecchia (1200 m.slm). dimezzando i dislivelli e le pendenze (dal 30 0/000 dal al 13  0/000). La soluzione è completa e consente la piena realizzazione della stazione internazionale di Susa.
    Costo della tratta 2,5 miliardi di €.
  • Tratta Nazionale 1a (+ prima parte di 1b);  La strettoia del nodo di Torino (scalo san Paolo – Bivio Pronda – Orbassano – Buttigliera/Avigliana) con utilizzo transitorio del Passante Ferroviario (TN1a); la soluzione consente di rendere operativo, per il sistema economico piemontese, lo scalo merci di Orbassano e  comprende la sua indispensabile riconfigurazione in modo da massimizzare la capacità di carico per il sistema delle merci nelle modalità di Autostrada Ferroviaria Alpina(Modalhor) e di trasporto ferroviario combinato (COMBO) – non ancora  per l’Autostrada Ferroviaria a grande sagoma che sarà realizzata compiutamente solo ad opera conclusa.
    Costo della tratta 2,5(1a) + 0,6(parte di 1b)  miliardi di €

Quali  risultati nella prima fase:

Con un investimento di circa 5,6 miliardi di € si  realizza entro il 2024 la nuova linea con caratteristiche e standard europei raggiungendo i seguenti obiettivi

Passeggeri

il tempo di percorrenza tra Torino-Chambery  passa dagli attuali 152 minuti a 73 minuti.
Compatibilità del S.F.M. fino ad Avigliana

Merci

La capacità di trasporto attuale viene più che raddoppiata (dagli attuali 110 treni al  max 220 treni – capacità tratta Avigliana Bussoleno)
Sistema AF Modalhor e trasporto ferroviario combinato (COMBO)

Pendenza max
Dall’attuale 30 0/000 dal al 13 0/000.

LE FASI SUCCESSIVE :

  • Tratta Nazionale 1b (completamento);  Galleria naturale profonda da Bivio Pronda a Settimo Torinese realizzando la gronda merci esterna al Passante Ferroviario; la soluzione consente di liberare dal traffico merci il passante ferroviario di Torino
    Costo della tratta 2,0  miliardi di €
  • Tratta Comune 2 – Tratta Nazionale 2;  Realizzazione compiuta della nuova linea con Galleria dell’Orsiera, posto di sicurezza di Chiusa S. Michele , restringendo l’area non più interessata dall’interconnessione permanente realizzata a Susa, tratta in galleria artificiale a S.Ambrogio e galleria naturale Sant’Ambrogio – Avigliana.
    Costo della tratta 2,4 miliardi di €.

Quali  risultati nelle fasi successive:

Con un investimento di circa 4,4 miliardi di € si  realizza entro il 2035 la nuova linea con caratteristiche e standard europei raggiungendo i seguenti obiettivi

Passeggeri
il tempo di percorrenza tra Torino-Chambery  passa da 73 minuti a 65  minuti.
Compatibilità del S.F.M. fino ad Susa

Merci
La capacità di trasporto attuale viene ampliata  (tetto max 330 treni)
Attivazione  anche di autostrada ferroviaria a grande sagoma

Pendenza max
Dal 13 0/000 dal al 12 0/000.