LE FRANGE VIOLENTE DEVONO ESSERE CONTRASTATE CON DUREZZA

“SOLIDARIETA’ ALL’ITALCOGE. LE FRANGE VIOLENTE RESPONSABILI DEGLI ATTENTATI INCENDIARI DEVONO ESSERE CONTRASTATE CON DUREZZA”.

Come un copione già scritto e da tempo annunciato la parte violenta del movimento No Tav sta proseguendo la propria strategia di paraguerriglia. Dopo gli assalti degli ultimi giorni, ecco gli attentati incendiari nei confronti della Italcoge. Al titolare dell’impresa (già recentemente vittima di un’aggressione fisica) e ai lavoratori va la mia piena solidarietà. Credo non servano ulteriori dimostrazioni della necessità di ricorrere a misure straordinarie per garantire il cantiere di Chiomonte e per colpire con durezza le frange che non si accontentano più di atti teppistici ma che stanno passando a forme di lotta che la Valle, il movimento pacifico contrario alla Tav e l’opinione pubblica tutta devono condannare con nettezza e determinazione. Ieri abbiamo denunciato la presenza tra gli aggressori di ex esponenti di Prima Linea e oggi abbiamo i nomi e cognomi: Stefano Milanesi. Come possiamo accettare che personaggi che si sono macchiati di efferati delitti ora capeggino i violenti in Valle di Susa?