LO STRANO CASO DELLE RISORSE DESTINATE AGLI EDIFICI SCOLASTICI

Lunedì 19 settembre 2011, alle ore 12.00, presso la sede del gruppo consiliare regionale PD (Via Arsenale, 14), a Torino, conferenza stampa dell’On. Stefano ESPOSITO e del Consigliere regionale Roberto PLACIDO relativamente alle risorse destinate agli interventi sugli edifici scolastici in Piemonte.

Dopo la tragedia del liceo Darwin venne siglato un accordo istituzionale tra il Ministero, le Regioni e gli enti locali per addivenire a una mappatura completa degli edifici scolastici e determinare così quelli su cui intervenire per la messa in sicurezza. La Regione Piemonte risulta essere quella più avanti in tale lavoro di censimento, completato per circa il 97%.

Verso fine 2010 il Governo stralciò una serie risorse dai fondi Fas per avviare tali interventi, destinando al Piemonte 30 milioni di euro. La Regione, gli enti locali e i soggetti proprietari degli immobili (Province e Comuni) definirono 82 interventi da effettuarsi su altrettanti edifici.

L’iter prevedeva che l’ente proprietario, dopo aver ricevuto comunicazione dell’avvenuta individuazione dell’edificio interessato, avrebbe provveduto alla progettazione dell’intervento attraverso una convenzione con gli uffici locali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit), e la risposta del Ministero avrebbe dovuto giungere entro 60 giorni.

Inspiegabilmente, il Ministero, anziché far lavorare le proprie sedi decentrate, ha dato disposizione di far trasmettere a Roma tutti i progetti, dei quali da allora si sono perse le tracce. Se entro il 30 dicembre non dovessero arrivare le risposte da parte del Ministero i 30 milioni della prima tranche andrebbero così persi.

Recentemente, ovvero il 2 agosto, la V e VI Commissione della Camera dei Deputati hanno provveduto a individuare una seconda tranche, questa volta di 11 milioni e 500 mila euro per il Piemonte su 114 milioni complessivi, per nuovi interventi su altri edifici.

La Regione, però, è stata scavalcata nell’individuazione dei siti, infatti la scelta delle strutture su cui intervenire è stata fatta dalle stesse commissioni con risultati, per quanto ci riguarda, clamorosi e che verranno illustrati agli organi di informazione in occasione della conferenza stampa a cui sono stati invitati a partecipare il capogruppo in Regione Aldo RESCHIGNA, il capogruppo in Provincia di Torino Silvia FREGOLENT, il capogruppo al Comune di Torino Stefano LO RUSSO, l’Assessore provinciale all’edilizia scolastica Umberto D’OTTAVIO, la responsabile scuola PD Piemonte Paola POZZI, i Consiglieri regionali del PD, il consigliere provinciale Giuseppe SAMMARTANO (Presidente Commissione Istruzione) e il consigliere comunale Luca CASSIANI (Presidente Commissione Cultura).