IL GOVERNO ACCOLGA LE PROPOSTE DEI SINDACATI. SENZA MIGLIORAMENTI NON VOTEREMO LA MANOVRA

Abbiamo partecipato al presidio organizzato da Cgil, Cisl e Uil, per ribadire la nostra vicinanza ai lavoratori e la nostra posizione critica rispetto ai contenuti di questa Manovra.

Ci riconosciamo nella piattaforma sindacale unitaria che coincide in larga parte con le richieste e le proposte avanzate dal PD. In occasione dell’ultimo sciopero generale indetto dalla Cgil avevamo auspicato che il sindacato tornasse ad essere unito per il bene del Paese: siamo lieti che oggi questa unità sia stata ritrovata.

Attendiamo di leggere il maxi emendamento che il Governo presenterà, ma confermiano che, in caso di mancato recepimento da parte dell’Esecutivo di alcune delle proposte avanzate (in particolare agganciare all’inflazione le pensioni inferiori ai 1.400 euro lordi e la rimodulazione dei requisiti per andare in pensione per le generazioni del ’51-’53), nella nostra autonomia di parlamentari non voteremo la manovra.

 

On. Stefano ESPOSITO

On. Antonio BOCCUZZI

Parlamentari PD