Ordinanza tribunale del riesame

In questi ultimi giorni è tornata di attualità la faccia violenta ed intollerante del movimento no tav. Dopo gli arresti decisi dalla Procura della Repubblica di Torino, causati non dalla cattiveria di Giancarlo Caselli ma dall’applicazione della legge italiana, dopo quello che tutti abbiamo visto in valle di susa da giugno in avanti, si è scatenata una campagna di odio e intolleranza nei confronti del magistrato accusato di aver ingiustamente colpito poveri cittadini pacifici. Sostengo da almeno 2 anni, che in movimento no tav è finito nella braccia dell’antagonismo violento, ho detto e ripeto che l’assenza di qualunque presa di distanza dai violenti da parte di sindaci e amministratori e la dimostrazione che non esiste alcuna differenza tra violenti e pacifici, sono ormai, purtroppo, una cosa sola. Visto che la propaganda, anche politica, tende a nascondere la verità giudiziaria vi invito a leggere l’ordinanza del Tribunale del riesame che in modo netto e non equivocabile, racconta cosa è successo a Chiomonte e come coloro che sono stati arrestati non siano anime belle, ma parte di una strategia violenta pianificata e non causuale.

Voglio ricordare che il tribunale del riesame è un organo autonomo dal pubblico ministero, un giudice terzo, che conferma totalmente l’impianto dell’indagine.

Buona lettura.

CLICCA QUI PER SCARICARE L’ORDINANZA 

Ciao.