I DEMOCRATICI DIFENDONO GLI INVESTIMENTI NELL’INTERESSE DEL PIEMONTE E DEL PAESE

Questo è il documento sul tema tav approvato questa sera dalla direzione provinciale del pd di torino, con un solo voto contrario.

Il Partito Democratico conferma il suo forte impegno – ribadito dalle parole del Segretario Pierluigi Bersani – per la realizzazione del progetto TAV e per lo sviluppo del territorio della Val di Susa e della Provincia di Torino. Il sostegno al progetto, frutto di discussioni, dibattiti e approfondimenti all’esterno e all’interno del Partito, è convinto e motivato, ribadito in tutti i programmi elettorali della coalizione di Centrosinistra, anche in considerazione dei vantaggi conseguibili sotto il profilo ambientale.
Confermiamo il pieno sostegno alla posizione espressa dal Presidente del Consiglio Mario Monti: l’impegno sugli investimenti da parte del Governo e la determinazione nel non fermare l’avanzamento del cantiere sono di conforto per coloro che individuano nel completamento della rete Tav un’opportunità di sviluppo per il territorio della Provincia torinese e dell’intero Paese.
Il Partito Democratico rigetta senza compromessi e senza alcuna indulgenza i metodi violenti ed illegali che hanno caratterizzato molte delle proteste in Valle di Susa. Gruppi antagonisti dediti alla violenza come metodo di lotta fiancheggiano il “Movimento”, che finisce con il diventarne a volte vittima e a volte complice: sottovalutare quanto sta accadendo sarebbe un grave errore. Le minacce al Procuratore Giancarlo Caselli ed a numerosi giornalisti, nonché a quanti, politici e amministratori, si sono espressi in favore della Linea Torino Lione, non possono essere derubricate come evento “episodico”: le chiare parole della sentenza del Tribunale della libertà che si è espresso rigettando le richieste di scarcerazione, non consentono a nessuno di arrampicarsi sugli specchi dei distinguo, dei se e dei ma.
Non meno gravi sono le conseguenze dei blocchi stradali, dei presidi permanenti ed in generale della trasformazione del territorio in un permanente teatro di battaglia: l’utilizzo di tali metodi di lotta sta incidendo pesantemente sulla vita dei valligiani stessi, con enormi danni sulle attività economiche, oltre che sulla vita quotidiana.
Rigettiamo quegli interventi, che, frutto di calcolo elettorale di breve respiro, mirano a portare il Piemonte e Torino indietro di 15 anni, ignorando o facendo finta di ignorare quanto fatto dalle Amministrazioni locali per migliorare il progetto, che, accogliendo molte delle loro richieste, è di fatto completamente diverso dal progetto originale.
Nostro dovere è pensare al futuro del territorio piemontese: alle opportunità, agli investimenti, allo sviluppo, alla connessione con l’Europa; contrastare interessi e poteri che vogliono dirottare risorse ed investimenti a favore di altri territori, strumentalizzando il Movimento No TAV, e andando così ad impoverire l’economia del torinese.
Per questo l’impegno del Partito Democratico e dei suoi Rappresentanti istituzionali a tutti i livelli per la realizzazione del PIANO STRATEGICO, così come elaborato dalla Provincia di Torino, con il fattivo concorso delle comunità valligiane, è ritenuto prioritario; così come sono indispensabili tutte le iniziative necessarie, ivi compresi adeguati provvedimenti di esenzione fiscale, volte ad alleviare le difficoltà delle Popolazioni locali.
Allo stesso modo, si chiede ai nostri Rappresentanti istituzionali a tutti i livelli di concentrare gli sforzi per far procedere il cantiere secondo i tempi programmati.
Riteniamo necessario che gli Amministratori della Valle di Susa e di tutti i comuni interessati alla realizzazione dell’opera debbano interpretare il proprio ruolo secondo un indirizzo istituzionale, condannando ogni forma di sopraffazione e illegalità, e rispettando le decisioni assunte secondo processi decisionali democratici nelle sedi deputate.
Il Partito Democratico invita le Istituzioni locali ed il Governo ad approntare ulteriori modalità comunicative efficaci, che illustrino nel merito i dati e gli elementi tecnici e tecnico-scientifici, in modo da dare una piena e consapevole informazione sull’opera, sul suo impatto e sulla sua importanza nel contesto italiano ed europeo.
Il Partito Democratico, dal canto suo, si impegna a promuovere iniziative di approfondimento e informazione circa l’importanza e l’utilità dell’opera, ed invita i propri aderenti a farsi parte di questo impegno.