L’incontro di domani è l’ultima occasione per re-intrecciare il filo del dialogo

Per Stefano Esposito, deputato del Pd, la riunione dei sindaci per la Tav, convocata domani in Regione, «è l’ultima occasione per chi vuole occuparsi dello sviluppo. Chi si tirerà fuori da quest’impegno, se ne assumerà le responsabilità in modo diretto». «Domani – dice Esposito – non si terrà il ‘tavolo del cazzeggiò, come qualche sindaco No Tav l’ha definito oggi in una riunione degli amministratori a Bussoleno. E sbaglia di grosso chi pensa di chiedere una moratoria del cantiere di Chiomonte o di mettere in discussione il ruolo dell’Osservatorio sulla Torino-Lione e di chi lo presiede. Nè l’ordine pubblico – continua Esposito – è un tema che compete a quel tavolo». «L’incontro di domani è l’ultima occasione per re-intrecciare il filo del dialogo», conclude il deputato del Pd, ricordando di essersi battuto per invitare anche il presidente della Comunità Montana Sandro Plano, inizialmente escluso. Esposito, infine, ribatte al sindaco di Venaus Nilo Durbiano: «Ha posto l’interrogativo sull’opportunità della presenza di Fassino alla riunione. Gli ricordo che si tratta del sindaco di una città di un milione di abitanti che subirà i più pesanti disagi dalla realizzazione dell’opera». (ANSA). BOT 11-MAR-12 14:50 NNN