MERLO e ESPOSITO: Referendum caccia, ora la politica batta un colpo. No a bruciare 22 milioni di euro.

“E’ semplicemente irresponsabile ed inspiegabile che di fronte alla carenza drammatica di risorse economiche e finanziarie la Regione Piemonte spenda 22 milioni di euro per celebrare un referendum come quello sulla caccia. È di ieri la notizia, grave, che la regione Piemonte cancella il progetto del raddoppio ferroviario della Torino-Pinerolo – tratta tra le più frequentate a livello piemontese – per carenza di fondi e poi si disperdano allegramente risorse pubbliche per un referendum sulla caccia.
Rivolgiamo un appello pubblico a tutte le forze politiche che escano dal letargo affinchè non vengano sperperate risorse pubbliche sulla pelle dei cittadini piemontesi. Non si può, in questa situazione economica e sociale del Piemonte, stare zitti o, peggio ancora, essere complici e fingere che possiamo fare a meno di 22 milioni per risolvere i drammatici problemi dei piemontesi”.