Indesit: Merlo ed Esposito (Pd),avviare subito reindustrializzazione None

Torino, 23 apr. – (Adnkronos) – “Lo stabilimento di None non puo’ e non deve chiudere; e’ indispensabile favorire un processo di reindustrializzazione guidato dalla stessa Indesit Company, garantire incentivi ai lavoratori per favorire la ricollocazione nel territorio, individuare, di comune intesa con le parti sociali e le istituzioni locali, potenziali investitori e scongiurare qualunque ipotesi di mobilita”‘.Lo sottolineano in una nota i parlamentari del Pd piemontese, Giorgio Merlo (che questa mattina a Milano ha incontrato l’ad di IndesitCompany, ndr) e Stefano Esposito

“Ora si tratta – aggiungono – di lavorare affinche’ la trattativa che si apre nei prossimi giorni tra l’azienda e le parti sociali giunga ad una conclusione che scongiuri da un lato la chiusura dello stabilimento di None e dall’altro favorisca l’avvio di un nuovo processo produttivo del sito pinerolese. Come, del resto, avvenne qualche tempo fa per lo stabilimento del gruppo a Brembate, nel bergamasco, dove venne ricollocato il 70% dei lavoratori”.

“E questo -concludono – perche’ non e’ tollerabile che uno stabilimento come quello di None possa essere chiuso impoverendo ulteriormente il tessuto produttivo del pinerolese e dell’intera provincia di Torino”.