SE PATRIZIO E’ SOSTENUTO ESPRESSAMENTE DAL MOVIMENTO NO TAV, ALLORA GLI ESPONENTI DEL PD IMPEGNATI A FAVORE DELLA SUA LISTA DEVONO PRENDERE LE DISTANZE

Angelo Patrizio, candidato Sindaco della lista ‘Avigliana Città Aperta’, partecipando ad una video chat elettorale ha elencato i suoi sostenitori, tra i quali gli amministratori No Tav fuoriusciti dal PD, il Movimento 5 Stelle e il movimento No Tav. Dunque, il movimento No Tav ad Avigliana debutta come forza politica e partecipa a una tornata elettorale.

Nulla di che stupirsi, beninteso, perché questi fatti ci erano noti da tempo, tanto che la Segreteria e la Direzione Provinciale del PD hanno espressamente stabilito che il partito non sostiene candidati Sindaci e liste che si caratterizzano per posizioni No Tav.

Una decisione, questa, che voglio ricordare ai miei amici e compagni Stefano Lepri, Davide Gariglio, Nino Boeti e Gianna Pentenero, impegnati a sostenere Angelo Patrizio con uno sforzo mai visto in quel di Avigliana. Il loro comportamento non mi sorprende, visto che sul sostegno ufficiale del PD alla Torino-Lione, un sostegno privo di fraintendimenti e di ipocrisie, non pochi democratici hanno detto una cosa ma pensato un’altra.

Siano consapevoli, però, che Patrizio, per sua stessa ammissione, è un candidato No Tav di una lista prevalentemente No Tav che gode anche dell’appoggio del movimento No Tav. Spero che i Consiglieri regionali in questione non si fossero accorti di chi sono i sostenitori di Patrizio e che ora, di fronte alla verità dei fatti, approfittino dei giorni restanti di campagna elettorale per riabbracciare la linea ufficiale del PD e prendere le distanze da Patrizio e dalle sua lista.