Passera: la Tav è necessaria sui traffici c´è chi non dice tutto

Paolo Griseri – Repubblica
La galleria di base della Torino-Lione «verrà pagata quasi tutta dall´Europa e dalla Francia». Dunque «non è un collegamento costosissimo e non è affatto vero che sarà inutile: dire che il volume di trasporto non è cresciuto quanto era stato previsto è sbagliato. Non si dice che non cresce perchè in galleria non possono passare, a metà montagna, i container». Il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, definisce per queste ragioni «utilissima e necessaria» la contestata ferrovia. Lo fa durante un dibattito al festival dell´Economia di Trento. Il futuro collegamento ferroviario, ha aggiunto Passera, «non è un pezzettino che appartiene solo all´Italia. E´ fondamentale, in linea sia verticale che orizzontale, per gli altri paesi europei, Francia, Spagna e Est Europa in particolare». Quanto alle lamentele di chi protesta perché non sarebbero state coinvolte le popolazioni interessate, il ministro ha tagliato corto: «Tutte le verifiche del caso sono state fatte, il percorso è stato modificato e non mi risulta che porterà via molti ettari di terreno buono per altro. In queste verifiche abbiamo messo una grandissima buona fede perché si tratta di un´opera che serve al paese».
L´intervento di Passera giunge in un momento particolarmente importante per l´iter dell´opera. Entro fine giugno dovrebbero iniziare i lavori di preparazione per la galleria geognostica della Maddalena, a Chiomonte, mentre è in corso la preparazione del progetto definitivo che verrà consegnato entro il 9 gennaio del 2013. In corso di studio anche i progetti preliminari della stazione ferroviaria internazionale di Susa che dovranno trasformarsi in progetto definitivo entro la fine di quest´anno. Nelle scorse settimane una delegazione dell´Osservatorio sulla Torino-Lione è stata in Svizzera a visitare il cantiere per il nuovo tunnel del Gottardo, un´opera da 57 chilometri, esattamente come la galleria di base tra Italia e Francia. A questi si devono sommare i 15 chilometri della galleria di Monteceneri. In tutto una lunghezza identica a quella dell´opera della val di Susa se si fosse fatta subito anche la galleria sotto l´Orsiera. I costi del tunnel svizzero sono di 11 milioni di euro, in linea con i 10,5 che sarebbe costata l´opera italiana. Oggi si prevede invece che il supertunnel tra Italia e Francia, senza la galleria dell´Orsiera, costerà 8,2 miliardi e che di questi l´Italia ne debba mettere 2,7.