PER PUPPATO ED EMILIANO LA DEMAGOGIA E’ PIU’ FACILE E COMODA IN TRASFERTA

Puppato ed Emiliano hanno il diritto essere contrari alla Torino-Lione. Mi auguro che sappiano con certezza di che cosa stanno parlando. In ogni caso sono a loro completa disposizione per aiutarli ad approfondire e capire. Però, mi sorge spontanea una domanda: come mai l’unica grande infrastruttura sulla quale esprimono la loro contrarietà è linea ferroviaria Torino-Lione? Come mai il Mose o la Napoli-Bari, grandi infrastrutture assai più costose della Torino-Lione non li vedono altrettanto impegnati? E’ mai possibile che l’unica opera inutile sia una linea ferroviaria che vede favorevole la Francia e l’Ue? Mi sorge il dubbio che la demagogia sia più facile e comoda in trasferta, mentre in casa propria le opinioni cambiano. Mi piacerebbe, poi, ascoltare da parte di Cota, Saitta e Fassino una parola nei confronti di questi loro colleghi e a difesa del nostro territorio e degli investimenti che lo riguardano.