ROMI (EX SANDRETTO): “RICHIESTO UN INCONTRO ALLA PROPRIETÀ BRASILIANA PER SALVARE GLI STABILIMENTI DI GRUGLIASCO E PONT CANAVESE

Si è svolto oggi a Roma presso l’ambasciata del Brasile l’incontro relativo alla situazione dei due stabilimenti dell’azienda brasiliana Romi, ex Sandretto, che a Pont Canavese e a Grugliasco (To) impiegano 140 lavoratori, e che la proprietà ha annunciato di voler chiudere.

All’incontro, promosso Senatore del PD Stefano ESPOSITO e dall’On. Fabio Porta (eletto nella circoscrizione dell’America meridionale), hanno partecipato il sindaco di Grugliasco (To) Roberto Montà, il sindaco di Pont Canavese (To) Paolo Coppo e il Vicario dell’Ambasciatore del Brasile Luis Enrique Lopez.

“Lo scopo dell’iniziativa era ottenere al più presto un incontro fra la proprietà della Romi e la cordata di imprenditori piemontesi guidata da Massimo Portiglione, interessata ad acquisire i due stabilimenti della ex Sandretto dalla brasiliana Romi, dove si producono presse e dove sono occupate 140 persone la cui cassa integrazione scade a luglio. Vogliamo arrivare a un incontro, per approdare a una trattativa per l’acquisizione dei due stabilimenti da parte della cordata interessata, a cui siano anche presenti i due sindaci di Pont e Grugliasco con la Provincia di Torino e la Regione Piemonte. Usciamo oggi da questo primo colloquio all’ambasciata con un certo ottimismo sulla fattibilità di un altro incontro, che speriamo decisivo, che vorremmo si tenesse nella sede diplomatica brasiliana Roma, ma che siamo disposti a fare anche in Brasile se sarà necessario, pur di mettere in salvo i posti di lavoro. Il colloquio di oggi ci conferma una disponibilità della Romi a un confronto e questo è positivo. Attendiamo una risposta a stretto giro, già nei prossimi giorni”.

Sen. Stefano ESPOSITO
Roberto MONTÀ
Paolo COPPO