ASSALTO AUTO LA STAMPA, SGOMBERARE VIA ALESSANDRIA

La spedizione punitiva organizzata questa mattina dagli anarchici che occupano la struttura di via Alessandria ai danni dei giornalisti e dell’autista de La Stampa a colpi di sanpietrini è l’ennesima dimostrazione di quanto alcuni ambienti anarcoinsurrezionalisti abbiano ormai sposato a pieno le azioni tristemente note delle squadracce fasciste.
Credo che la politica debba dimostrare fermezza e coraggio e mettere in agenda lo sgombero del centro occupato di via Alessandria, rifugio illegale di questi teppisti, unico modo con il quale si riafferma la legalità democratica.
Tollerare oltre, anche a fronte della bomba inesplosa inviata a La Stampa, significa dare un segnale di estrema debolezza, mentre in questo momento la legalità democratica e la libertà di stampa richiedono da parte delle istituzioni la massima fermezza.
Voglio esprimere la mia vicinanza e solidarietà all’autista ferito, al giornalista Massimo Numa e al fotografo vittime di questa spedizione punitiva.