Raid No Tav da fornitore cantiere

(ANSA) – TORINO, 14 GIU – Raid negli uffici di Itinera, azienda del gruppo Gavio che fornisce calcestruzzo al cantiere Tav di Chiomonte. Lo denuncia il senatore Pd, Stefano Esposito. Una trentina di autonomi e anarchici, secondo il parlamentare noto per le sue posizioni a favore della Torino-Lione, ha imbrattato con scritte No Tav alcuni mezzi e i muri degli uffici della società, a Salbertrand, in Valle di Susa. ”E’ stato subito eseguito – osserva – l’ordine impartito dall’assemblea di ieri…”.

Segnalo oltretutto, che in serata, sul sito notav.info, è comparsa la rivendicazione dell’atto da parte di “sedicenti studenti no tav”. In realtà si parla sempre dei soliti noti: Rizzo, Richetto, Perino e compagnia, ciò non toglie che il campeggio estivo, sia il luogo in cui vengono organizzati e pianificati questi attacchi.

Si può far finta di non vedere?

Si può tollerare un’altra estate di attacchi al cantiere, ai lavoratori, alle aziende ed alle forze dell’ordine?