Zanda: Basta bugie! Pd non si è piegato

Qualcuno sta cercando di prendere in giro gli italiani raccontando una bugia, ma il PD non ci sta. La richiesta di sospendere i lavori del Parlamento per tre giorni, a seguito delle decisioni della Corte di Cassazione, è un atto irresponsabile e inaccettabile. Il PD non si e’ prestato, nè si presterà mai a questa logica.
Il lavoro del Parlamento non deve essere mai interrotto. Nessun gruppo parlamentare può assumersi la responsabilità di chiedere l’interruzione dei lavori delle Camere.
Cosa diversa è la richiesta di un gruppo parlamentare di svolgere la propria assemblea politica nel limitato tempo di poche ore. E’ già avvenuto in passato, accadrà ancora ogni qual volta un gruppo parlamentare ne avrà necessità. Solo per questo il PD ha votato oggi la proposta del Presidente del Senato di rinviare i lavori per qualche ora.
Il Pdl ha, dunque, rinunciato alla pretesa di sospendere i lavori per tre giorni. Di fronte alla netta opposizione del PD, il Pdl ha inoltrato una nuova richiesta che per prassi é concessa a qualunque partito, come é successo al PD, per esempio, per l’ultima direzione nazionale. Domattina i lavori dell’Aula proseguiranno fino all’approvazione del ddl sulle riforme istituzionali. Come il PD ha sempre sostenuto.