Tav: Esposito (Pd) accusa No Tav di furto in sede antincendio

Senatore si Tav, “siamo ad anarchia e delinquenza comune” (ANSA) – TORINO, 7 AGO – Svaligiata nella notte la sede degli Aib (anti-incendi boschivi) di Bussoleno (Torino). Sono stati rubati un furgone, un gruppo elettrogeno, 15 torce, divise, cesoie e altro materiale. I ladri, che avrebbero agito incappucciati, hanno oscurato gli impianti di sorveglianza dei locali con vernice spray. “Un atto di una gravità inaudita”, secondo il senatore Pd Stefano Esposito, che punta il dito contro i No Tav.

“Il furto – sostiene – è avvenuto tra le due e le tre, dopo che i No Tav avevano tolto il blocco dall’autostrada Torino-Bardonecchia. Siamo all’anarchia e alla delinquenza comune, che si nascondono sotto la bandiera No Tav. Il livello di guardia è stato ormai superato. Il materiale rubato può essere utilizzato per nuove azioni atte ad offendere, senza contare che ora ci sono delinquenti in grado di aggirarsi per la Valle con divise dell’antincendio”. “Se anche di fronte ad atti come questi – insiste il senatore Pd – le coscienze del mondo politico, degli intellettuali compiacenti e della società civile, non solo torinese, non avranno un sussulto nel sostenere ad alta voce l’azione della Procura della Repubblica di Torino e la straordinaria professionalità dimostrata fino a oggi dalle forze dell’ordine nel contrastare questi delinquenti e teppisti, allora vuol proprio dire che i valori della costituzione vengono difesi solo a chiacchiere”. (ANSA)