CONFERMATA L’INTENZIONE DI ALITALIA DI ABBANDONARE CASELLE

Alitalia sta abbandonando l’aeroporto di Caselle. Quanto da me recentemente denunciato, anche attraverso un’Interrogazione firmata con altri 12 colleghi piemontesi, si sta confermando nei fatti, nonostante le smentite di Alitalia e Sagat che hanno liquidato il tutto come un ‘esagerato allarmismo’.

Infatti, in queste ore l’Ufficio del Personale di Alitalia sta inviando una mail ai 21 comandanti e ai 20 primi ufficiali con base a Torino, invitandoli ad “esprimere una preferenza verso una delle altre basi operative del gruppo”. Perché? Perché, a seguito dei processi di razionalizzazione, si avrà “una consistente riduzione di attività di volo sulla base di Torino e, conseguentemente, la necessità di intervenire sul dimensionamento dell’organico”. Questa mail conferma le reali intenzioni di Alitalia di ritirarsi dallo scalo torinese, coerentemente con la scelta di cancellare numerosi voli e di ignorare qualsiasi progetto su Caselle nel recente piano strategico.

Pertanto, chiedo alla Regione Piemonte, al Comune e alla Provincia di Torino di intervenire immediatamente convocando un tavolo con i Parlamentari piemontesi perché le scelte di Alitalia verranno a causare un grave ed irreparabile danno al nostro territorio. Appartiene al teatro dell’assurdo la sola ipotesi che la città sede dell’Authority dei trasporti si possa ritrovare con un aeroporto orfano della principale compagnia aerea nazionale e, quindi, di fatto ridotto a uno scalo marginale.

Sen. Stefano ESPOSITO

Parlamentare PD

Vice Presidente Commissione Trasporti

 

 

Sen. Daniele Borioli

Sen. Vannino Chiti

Sen. Nerina Dirindin

Sen. Nicoletta Favero

Sen. Elena Ferrara

Sen. Elena Fissore

Sen. Federico Fornaro

Sen. Stefano Lepri

Sen. Patrizia Manassero

Sen. Mauro Marino

Sen. Magda Zanoni

Sen. Enrico Buemi