GRAVE FATTO LA BOCCIATURA DELL’EMENDAMENTO PRO VALSUSA. IL GOVERNO RIMEDI SUBITO

GRAVE FATTO LA BOCCIATURA DELL’EMENDAMENTO PRO VALSUSA. IL GOVERNO RIMEDI SUBITO. LO STATO OGGI HA LASCIATO SOLE LE IMPRESE”.

La bocciatura da parte della Commissione Bilancio della Camera, per mancanza di copertura finanziaria, dell’emendamento presentato dalla maggioranza per tutelare le imprese che lavorano per la nuova linea Torino-Lione, che sono state e che continuano ad essere oggetto di attentati ed intimidazioni, è un fatto grave che umilia quegli imprenditori e tutti coloro che in questi anni hanno fatto una battaglia per la legalità, la democrazia e lo sviluppo della Valle di Susa.

Sono costernato nel constatare che, nonostante le decine di attentati incendiari, le continue minacce rivolte dalla frangia violenta del movimento No Tav, i pacchi bomba potenzialmente mortali spediti ai giornalisti, la maggioranza di Governo sia riuscita a fare una figura così umiliante. Su questo tema ci siamo impegnati in tanti, Ministri compresi, e questo desolante risultato altro non è se non la dimostrazione della mancanza di consapevolezza di quanto sta avvenendo in Valle di Susa.

Personalmente mi scuso con gli imprenditori e gli amministratori per quanto avvenuto, mi appello al Ministro Lupi e al Vice Ministro Fassina che con i loro occhi hanno visto la situazione delle imprese colpite, affinché si ponga immediatamente rimedio all’errore.

Ringrazio i Deputati piemontesi del Pd e del Pdl che si sono spesi per l’emendamento. Evidentemente, nonostante le numerose visite delle istituzioni al cantiere della TAV, oggi gli imprenditori valsusini sono stati lasciati soli dallo Stato.