PROVINCE: “SI EVITINO BLITZ A RISCHIO INCOSTITUZIONALITÀ”

La discussione sulle Province e sulla loro abolizione è un tema che riguarda la modifica della nostra Costituzione. Pertanto, sarebbe bene ascoltare le autorevoli opinioni di costituzionali come Carlo Emanuele Gallo, Mario Dogliani e altri, anziché ricorrere ad inaccettabili toni come quelli con cui il Ministro Delrio degrada il Parlamento a mero esecutore di disposizioni.

Per quanto mi riguarda, condivido le posizioni espresse dal Presidente nazionale dell’UPI Antonio Saitta.

Chiedo al Presidente Luigi Zanda e alla Presidente della Commissione affari costituzionali del Sanato Anna Finocchiaro, prima di assumere qualsiasi decisione, di convocare il gruppo del PD al Senato per un’approfondita discussone sul merito.

Voglio ricordare che non basta invocare le promesse elettorali fatte dai partiti per prescindere dalla Costituzione, poiché la nostra Carta viene prima della stessa volontà popolare e può essere modificata solo attraverso le procedure appositamente previste. Inoltre, in campagna elettorale i partiti che sostengono l’attuale Governo hanno fatto molte promesse. Per esempio, il PD ha promesso di affrontare il problema degli esodati. Non mi pare di aver visto il Ministro Delrio impegnarsi con la stessa foga anche sul versante degli esodati.

Pertanto, si evitino forzature alla Costituzione in nome di promesse fatte in campagna elettorale.