Hollande chiede rassicurazione su TAV

Torino-Lione. Hollande ha chiesto assicurazioni sulla perdurante volonta’ dell’Esecutivo italiano a continuare nell’esecuzione del progetto secondo il calendario fin qui concordato, ricevendo una conferma dal Presidente del Consiglio Renzi, che ha ricordato i progressi nell’avanzamento operativo (specificamente, il tunnel geognostico di Chiomonte, in anticipo di 6 mesi rispetto al cronogramma, con la fine dei lavori prevista gia’ a fine 2015, come evidenziato dal Ministro Lupi in occasione della sua visita al sito il 6 marzo scorso) e l’iter di ratifica dell’accordo intergovernativo, completata dalla Francia e in seconda lettura al Senato italiano. Hollande ha poi confermato l’intenzione di avviare le procedure di gara gia’ nel 2014 per evitare di perdere l’opportunita’ di attivare tutti i cofinanziamenti comunitari, nonostante le forti restrizioni al bilancio francese (rese ancora piu’ acute dalla “sospensione” dell’ecotassa)